Si delinea la Jesina del prossimo campionato

La Jesina comincia a delineare l’organico per la stagione 2017/18. Dopo le conferme dei tre ’96 Calcina, Sassaroli e Pierdandrei, oltre a quella di Simone Tavoni, la dirigenza biancorossa ha iniziato a fissare i primi acquisti per il prossimo campionato. Il primo volto nuovo è quello di Federico Gremizzi, 21 anni, centrale difensivo di quasi due metri (1.98 per l’esattezza) cresciuto nella Cremonese dove ha praticamente iniziato da bambino fino ad esordire in Lega Pro per poi passare lo scorso anno alla Maceratese, società in cui ha disputato tutta la Coppa Italia e qualche partita di campionato.

“Sono molto contento di vestire la maglia della Jesina – le sue prime parole – e di aver sentito la piena fiducia del mister nei miei confronti. Proprio questa fiducia, che spero di ripagare in campo, mi dà forti stimoli a far bene . Ho solo fatto un’apparizione a Jesi, ma già è bastata per capire che è un bell’ambiente. Darò il massimo sia perché voglio realizzarmi come giocatore, sia perché voglio dare soddisfazione a tutti coloro che credono in me”.  Secondo volto nuovo è quello di Luca Magnanelli, marchigiano di Fano, Un curriculum già interessante il suo, iniziato a 17 anni quando ha disputato ben 27 gare con il Fidene in serie D, per poi crescere di livello, vincendo con l’Ischia il campionato sempre di serie D e con il San Marino quello di C2. Nella città del Titano ha registrato una sessantina di presenze, 45 delle quali tra C1 e C2, mostrando un’altra importante qualità, quella di legarsi alla maglia che indossa. “Fin dall’inizio sono stato contento di questa chiamata – le parole di Magnanelli – che ho subito accettato anche per il blasone della società. Mi metto a disposizione del mister con cui ho avuto modo di parlare, trovandoci subito in accordo”.  La società di Viale Cavalolotti ha anche ingaggiato Filippo D’Alessio, 22 anni, laterale sinistro, originario di Viterbo. Giocatore dal piede mancino e con buona tecnica per esprimersi come esterno sia in difesa che a centrocampo, D’Alessio è stato titolare fisso come under nella Maceratese che ha conquistato il campionato di serie D. Passato l’anno successivo a Poggibonsi, ha maturato poi un’esperienza all’estero giocando con una formazione di serie B del Messico. “Davvero contento di essere qui a Jesi – le sue prime parole – una piazza che conosco per averci già giocato contro e con un allenatore di cui molti mi hanno parlato bene. Voglio subito mettermi a disposizione, cercando di ripagare sul campo la fiducia che mi è stata data. L’esperienza all’estero? Una parentesi che mi ha aiutato a crescere come persona. Ora sono di nuovo qui con tanta voglia di far bene”. Altro volto nuovo è Matteo Giorni, 25 anni di San Sepolcro, che sarà il perno difensivo della Jesina per la prossima stagione. Un giocatore con tanta esperienza – oltre 200 presenze in serie D – senso della posizione, pronto ad una nuova avventura professionale dopo aver militato praticamente sempre nella squadra della sua città. Con il San Sepolcro ha infatti esordito a 17 anni nel 2009 e nella squadra toscana è rimasto fino alla stagione appena conclusa, eccezion fatta per la parentesi di un anno a Castel Rigone, sempre in serie D. “Tra le varie offerte ricevute – ha detto dopo aver firmato l’accordo con i leoncelli – non ho avuto mai dubbi sulla scelta. La Jesina, per la sua storia, per la sua cornice di pubblico, ma anche per l’impatto che ho avuto nel parlare con il mister è stata la prima opzione. Giocare davanti ad un pubblico importante e che ha sempre mostrato tanto calore vale più di qualche centinaio di euro in più che avrei magari potuto trovare altrove”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...