L’Osimo Stazione dei miracoli. Menghini: “Ora completiamo l’opera”

L’Osimo Stazione sogna il ritorno in Prima Categoria dopo sei anni. La squadra della locomotiva sta viaggiando a gonfie vele nel campionato di Seconda Categoria girone D con la prima piazza a 58 punti ed il Cupramontana, diretta inseguitrice, ferma a 51 punti dopo il pari per 1-1 contro l’Agugliano Polverigi nell’ultimo turno. Un pareggio che ha permesso l’allungo agli uomini di mister Paolo Menghini, da quasi tre stagioni sulla panchina dei ferrai. Abbiamo intevistato il tecnico biancoverde per parlarci del traguardo che si avvicina sempre di più a quattro giornate dal termine del campionato.

Ciao Paolo, una stagione superlativa per l’Osimo Stazione e, con l’allungo decisivo dell’ultimo turno, vede la Prima Categoria avvicinarsi sempre di più.

“La nostra vittoria e il contemporaneo pareggio del Cupramontana ci ha fatto fare un’ulteriore passo in avanti, anche se ancora dobbiamo mantenere la calma finchè la matematica non ci da certezze. Detto questo stiamo disputando un’ottima stagione: non prendiamo gol da sette – otto partite con il nostro portiere che ha superato i 700 minuti d’imbattibilità. Siamo riusciti a vincere su campi ostici come Cupramontana, Camerano e Apiro quindi ci stiamo meritando questi risultati. Dal mio arrivo sulla panchina biancoverde abbiamo totalizzato quasi 180 punti e l’anno scorso solamente per un rigore nella finale play-off non siamo riusciti a raggiungere il traguardo. Numeri importanti che confermano come ci sia una squadra solida e un plauso va ai ragazzi che sono encomiabili. Adesso vediamo di completare l’opera.”

Un organico competitivo e affiatato tra cui spicca anche il capitano Kristian Taddei che a quasi 43 anni ancora scende in campo. Un pò d’invidia nel vederlo giocare, visto che è quasi tuo coetaneo, ce l’avrai…

“Bè un pò invidioso sono (ride ndr). Conosco bene Kristian e ci siamo incrociati da avversari più di una volta sui campi di calcio. È un esempio per i più giovani perchè quando viene chiamato in causa risponde sempre presente, al di là della sua età. Voleva ritirarsi l’anno scorso, poi ci ha ripensato perchè vuole vincere il campionato di Seconda Categoria. La rosa è un’ottima rosa, non c’è dubbio, siamo un pò contati a livello di uomini perchè siamo una ventina in tutto e non abbiamo il settore giovanile, ma ho preferito così perchè se poi sei in tanti qualcuno rischia di non giocare e magari non è felice. Invece così ci gestiamo bene e anche dal punto di vista atletico non abbiamo avuto infortuni. Per quanto mi riguarda un pò il campo mi manca ma mi sto abituando alla mia nuova veste. Ho dovuto smettere abbastanza presto, a 33 anni, per alcuni problemi fisici e ai miei calciatori dico sempre che finchè hanno un minino di voglia devono continuare a giocare, infatti stare in mezzo ti da sensazioni diverse. Però durante le partitelle in allenamento se i ragazzi mi tirano in ballo non mi rifiuto mai.”

Ti rimane un pò il rammarico per non aver potuto allenare la Juniores del Castelfidardo tre anni fa?

“Un pò di rammarico c’è perchè mi sarebbe piaciuto poter allenare la Juniores Nazionale della squadra della mia città. Tuttavia, a seguito dell’incidente che mi era capitato proprio ad Agosto e non sapendo bene i tempi di recupero, non me la sono sentita di continuare e la società ha preferito iniziare con un altro tecnico. Però alla fine sono stato fortunato perchè a Dicembre di quell’anno, dopo che mi ero rimesso, sono stato chiamato all’Osimo Stazione ed ho iniziato questa bellissima avventura in un ambiente fantastico. Questi anni sono stati per me importantissimi perchè hanno arricchito il mio bagaglio d’esperienza e adesso cerchiamo di vincere questo campionato.”

Matteo Valeri

IMG_20150924_190811_718lf5js

Un commento

  1. Grande Mister! Forte in campo, e bravo come Allenatore, ti auguro le migliori fortune! Chissà un giorno vederti in palcoscenici diversi sarebbe davvero un emozione grande..Intanto vai a prendere il traguardo​ della prima categoria. In bocca al lupo!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...